Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘simone serafini’

Foto di Silvio Lacasella

.

Natalia Molebatsi e Simone Serafini a Vicenza: prima serie di immagini.

.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Read Full Post »

Ringraziamo RaiNews24, che parla nuovamente di Dire poesia presentando l’incontro di oggi con Natalia Molebatsi (Palazzo del Monte – ViArt, ore 18.00).

Segnaliamo anche l’intervista di Milena Nebbia uscita oggi su “Il Giornale di Vicenza”.

^

.

La poetessa sudafricana sarà accompagnata da Simone Serafini (contrabbasso) e introdotta da Marco Fazzini.

Sarà presente anche il fotografo Pino Ninfa, con una serie di immagini del Sudafrica.

L‘inedito di Natalia stampato da Giovanni Turria dell’Officina arte contemporanea sarà distribuito gratuitamtente al pubblico, mentre nei bar del centro saranno disponibili i cartigli per correggere il caffè con qualche verso della Molebatsi.

Read Full Post »

Natalia Molebatsi reciterà e canterà domani, domenica 6 maggio, a Palazzo del Monte (ViArt, ore 18.00).

Simone Serafini (contrabbasso) accompagnerà la sua poesia, che sarà introdotta da Marco Fazzini.

Verranno proiettate foto sul Sudafrica scattate da Pino Ninfa.

L’ingresso, come sempre, è libero.

Ecco l’inedito che sarà distribuito gratuitamente a tutti i presenti, dopo la consueta torchiatura da parte di Giovanni Turria:

.

After the war

.

.

After the war, what do we do with

the guns and the machetes?

After the war, when the men and the boys return

What do we do with the guns and the machetes?

Do we toss them into the deepest of pits

Never to see them surface again?

Or do we keep them, intact, just in case

.

After the war, what do we do

with the guns and the machetes?

When the men and the boys are torn

and worn and dead!

What do we do, with the guns and the machetes?

Do we melt them into our walls as amulets?

Or do we pass them on to next brother

or stranger or buyer?

Just in case we need another war

After this one

After the war

What do we do with the guns and the machetes?

After the war

.
.

Dopo la guerra

.

.

Dopo la guerra, che ci facciamo con

i fucili e i machete?

Dopo la guerra, quando tornano gli uomini e i giovani

Che ci facciamo con i fucili e i machete?

Li facciamo forse rotolare giù nei pozzi più profondi

Per non farli mai più affiorare?

O li teniamo, intatti, in caso

.

Dopo la guerra, che ci facciamo

con le pistole e i machete?

Quando gli uomini e i giovani sono logori

e stanchi e morti!

Che facciamo, con i fucili e i machete?

Li fondiamo ai nostri muri come amuleti?

O li passiamo ai nostri fratelli stretti

o allo straniero o al cliente?

In caso avessimo bisogno di un’altra guerra

Dopo questa

Dopo la guerra

Che ci facciamo con i fucili e i machete?

Dopo la guerra

.

.

Traduzione di  Marco Fazzini

Read Full Post »

Comunicato Stampa

 

Domenica 6 maggio, a Palazzo del Monte ViArt di Vicenza, arriva al quarto appuntamento la rassegna dedicata alla parola poetica

DAL SUDAFRICA, NATALIA MOLEBATSI

CONTRO TUTTE LE GUERRE:

A DIRE POESIA LA PAROLA è MUSICA

L’evento è organizzato in collaborazione con Vicenza Jazz. Con l’autrice il contrabbassista Simone Serafini e le fotografie di Pino Ninfa

(Vicenza – 02.05.2012)  –  È considerata una delle voci poetiche sudafricane più importanti della generazione del post-apartheid; il suo percorso artistico sperimenta incroci tra canto e recitazione, tra generi e forme di espressione differenti, ed è caratterizzato dall’impegno contro tutte le guerre e tutte le discriminazioni: la prossima protagonista di Dire Poesia 2012 sarà Natalia Molebatsi, giovane spoken word artist (artista della parola parlata) originaria di Tembisa (Sudafrica).

L’appuntamento, proposto dal Comune di Vicenza e da Intesa Sanpaolo in collaborazione con Vicenza jazz, è programmato a Palazzo del Monte – ViArt (Vicenza) per domenica 6 maggio alle 18, e sarà introdotto da Marco Fazzini, docente universitario e traduttore.

Natalia Molebatsi, dopo George Elliott Clarke, è la seconda esponente della spoken poetry (poesia parlata) ospitata nell’edizione 2012 di Dire Poesia. Nata nel 1981, sin dal 2005 si è esibita a fianco di importanti artisti e autori, tra i quali il Premio Nobel Nadine Gordimer, John Sinclair, Paul Polansky (già ospite di Dire Poesia 2012), Lance Henson, Carmen Yáñez; in ambito musicale, ha condiviso il palco, tra gli altri, con Mulatu Astatke, Aswad, Assalti Frontali, Hip Hop Pantusla.

Nelle sue performance, Molebatsi spesso trasforma la parola parlata in canto, fondendola con molteplici ritmi e generi musicali (blues, dub, jazz, hip hop, reggae). E la musica sarà infatti co-protagonista dell’appuntamento: ad accompagnare la scrittrice ci sarà il contrabbassista Simone Serafini. Sullo sfondo della performance, gli scatti di Pino Ninfa: fotografo che da sempre documenta il mondo del jazz, include la musica nei suoi lavori grazie ai progetti multimediali intrapresi al fianco di artisti italiani come Paolo Fresu e Stefano Bollani. (altro…)

Read Full Post »

Dire poesia prosegue la collaborazione con Vicenza Jazz, una delle più ricche rassegne italiane del genere, quest’anno dedicata ai musicisti sulle rotte di Marco Polo e al grande Thelonius Monk.

Ci sono due appuntamenti condivisi, entrambi in maggio: il primo con la poetessa sudafricana Natalia Molebatsi, insieme a Claudio Fasoli (sax & electronics) e a Simone Serafini (contrabbasso); il secondo con Anna Maria Farabbi, Rossano Emili (sax baritono, clarinetto) e Angelo Lazzeri (chitarra).

Nei giorni scorsi il Direttore artistico di Vicenza Jazz, Riccardo Brazzale, ha presentato il programma del festival.

Dire poesia è grata al Direttore per la sensibilità dimostrata nei confronti della parola poetica.

Grazie a questa sensibilità, anche quest’anno il pubblico potrà assistere a due eventi unici, creati in esclusiva per Vicenza, dall’esito imprevedibile. Già l’anno scorso era successo, per esempio, col felicissimo incontro tra il poeta Juan Ignacio Siles del Valle e il pianista Giovanni Guidi (che torna a Vicenza Jazz col suo nuovo quintetto).

W il jazz! e W le collaborazioni tra gli artisti liberi, che non hanno paura di mettersi in gioco rimescolando le arti e i linguaggi, per creare qualcosa di inedito.

Read Full Post »

Ecco il programma generale di Dire poesia 2012.

 

.

mercoledì 21 marzo, ore 18.00

Andrea Afribo introduce

Umberto Fiori

Palazzo Leoni Montanari

.

lunedì 16 aprile, ore 18.00

Giulio Marra introduce

George Elliott Clarke (Canada)

con Bruno Censori e Gionni Di Clemente (chitarre)

Ridotto del Teatro Comunale

in collaborazione con il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati dell’Università Ca’ Foscari di Venezia

.

venerdì 27 aprile, ore 18.00

Roberto Nassi introduce

Paul Polansky (U.S.A.)

Palazzo Trissino (Sala degli Stucchi)

.

domenica 6 maggio, ore 18.00

Marco Fazzini introduce

Natalia Molebatsi (Sudafrica)

con Claudio Fasoli (sax & electronics) e Simone Serafini (contrabbasso)

Fotografie di Pino Ninfa

Palazzo del Monte – ViArt

in collaborazione con Vicenza Jazz

.

sabato 12 maggio, ore 18.00

Marco Munaro introduce

Anna Maria Farabbi

con Rossano Emili (sax baritono, clarinetto) e Angelo Lazzeri (chitarra)

Palazzo Leoni Montanari

in collaborazione con Vicenza Jazz

.

mercoledì 23 maggio, ore 18.00

Sandra Bagno introduce

Manuel Alegre (Portogallo)

Palazzo Leoni Montanari

in collaborazione con la Cattedra Manuel Alegre dell’Università di Padova

.

venerdì 25 maggio, ore 18.00

Piero Del Giudice introduce

Abdulah Sidran (Bosnia-Erzegovina)

Palazzo Leoni Montanari

in collaborazione con il Festival Biblico

.

giovedì 7 giugno, ore 21.00

Carlo Presotto conduce

Poetry slam (dieci poeti in gara)

Loggia del Capitaniato

.

sabato 9 giugno, ore 18.00

Dire poesia off:

Cristina Alziati

Andrea Longega

L’Officina arte contemporanea

.

mercoledì 13 giugno, ore 18.00

Claudio Cinti e Silvia Raccampo introducono

Jesús Urzagasti (Bolivia)

Chiostri di Santa Corona

in collaborazione con Libriamo

Read Full Post »