Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘riccardo brazzale’

Un pubblico di 150 persone circa ha seguito il nitido e bel dialogo tra la chitarra di Angelo Làzzeri, i fiati di Rossano Emili e la voce di Anna Maria Farabbi, ieri, a Palazzo Leoni Montanari.

Le musiche originali di Emili e Làzzeri, molto belle di per sé, hanno saputo creare il giusto contrappunto narrativo alle parole della poetessa, che ha letto una riduzione del suo poema abse (in uscita il prossimo anno per le edizioni de Il Ponte del Sale di Rovigo): un viaggio nella bellezza e nell’orrore della storia recente, attraversando ambienti, stati d’animo, terre, corpi, visioni.

Nel presentarlo al pubblico, con la sensibilità che gli è propria, Marco Munaro ne ha sottolineato i temi principali, mettendone in rilievo tanto la valenza politica, vale a dire partecipe dei destini comuni, quanto le sue figure salvifiche (i bambini) e dannate (i reietti), oltre all’intensità poetica ed espressiva.

Prima della lettura, Anna Maria ha visitato l’Officina, il Teatro Olimpico, la mostra “Sotto torchio” a Casa Cogollo, le piazze e le vie del centro di Vicenza.

Ecco la prima galleria di foto, scattate da Silvio Lacasella.

.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Read Full Post »

Dire poesia prosegue la collaborazione con Vicenza Jazz, una delle più ricche rassegne italiane del genere, quest’anno dedicata ai musicisti sulle rotte di Marco Polo e al grande Thelonius Monk.

Ci sono due appuntamenti condivisi, entrambi in maggio: il primo con la poetessa sudafricana Natalia Molebatsi, insieme a Claudio Fasoli (sax & electronics) e a Simone Serafini (contrabbasso); il secondo con Anna Maria Farabbi, Rossano Emili (sax baritono, clarinetto) e Angelo Lazzeri (chitarra).

Nei giorni scorsi il Direttore artistico di Vicenza Jazz, Riccardo Brazzale, ha presentato il programma del festival.

Dire poesia è grata al Direttore per la sensibilità dimostrata nei confronti della parola poetica.

Grazie a questa sensibilità, anche quest’anno il pubblico potrà assistere a due eventi unici, creati in esclusiva per Vicenza, dall’esito imprevedibile. Già l’anno scorso era successo, per esempio, col felicissimo incontro tra il poeta Juan Ignacio Siles del Valle e il pianista Giovanni Guidi (che torna a Vicenza Jazz col suo nuovo quintetto).

W il jazz! e W le collaborazioni tra gli artisti liberi, che non hanno paura di mettersi in gioco rimescolando le arti e i linguaggi, per creare qualcosa di inedito.

Read Full Post »