Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘juan ignacio siles del valle’

Proseguiamo con la serie di immagini scattate agli ultimi incontri di Dire poesia.

Questa volta pubblichiamo le foto del poeta-ministro Juan Ignacio Siles del Valle (alcune, le più belle, sono di Silvio Lacasella). Con Juan Ignacio, la sua compagna Neus, la traduttrice Manuela Magnoni, il pianista Giovanni Guidi e i semplici lavoranti dell’Officina.

Una donna (Anne Waldman) ci ha scosso, parlando di politica; un ex ministro ci ha fatto sognare, parlandoci d’amore.

Dylan cantava: the times they are a changin’; qualcun altro chiosava: “ognuno ha i ministri che si merita”.

Mah.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Read Full Post »

Pubblichiamo l’inedito che ci ha mandato Juan Ignacio Siles del Valle: nella versione originale, e nella traduzione di Manuela Magnoni.

Juan Ignacio Siles del Valle leggerà domani, sabato 7 maggio, presso Palazzo Leoni Montanari, accompagnato dalla sua traduttrice Manuela Magnoni e dialogando col pianista jazz Giovanni Guidi.

L’ingresso è libero.

.

Contigua

di Juan Ignacio Siles del Valle

Contigua, en la cama o en la cocina, entre tú y yo nada… más que los poros de la piel, las abiertas ventanas, vecina cuando te despierto a las dos de la mañana, próxima en la calle no en la oficina, aunque no estés siempre a mi costado ni estés hecha de mi costilla, un todo no, más bien dos, juntos, aledaños, sin ninguna pared, sin vestimenta ni frontera que nos separe, con toda una vida a cuestas y un manojo de hijas e hijos, adosada mi carne a la tuya, unida por el eje articulador o por el ombligo, sin yo ser tú ni ya ser yo, naturalmente, colindante a tu corazón, desiguales, pero siendo otra, que no mi cuerpo, tú, pero contigo, mi conmiga, otro camino, convergente, pegadito al tuyo si quieres, adherido, siempre paralela tu senda, entrelazada, hacia el mismo destino, tangencial, el nuestro, ofrecida junto al mío trecho, pero tuya, mi compañera, en la misma dirección, mi contigua, habitanta del huerto del lado, atada con nudos de aire, mi hipotenusa.

.

.

Contigua, dentro al letto o in cucina, fra te e me nulla… più dei pori della pelle, le finestre aperte, vicina quando ti sveglio alle due della mattina, prossima per la strada, non nel tuo ufficio, seppur non stia sempre al mio lato, né tu sia fatta del mio costato, non un tutto, ma due, insieme, confinanti, senza alcuna parete, senza indumento né frontiera a separarci, con tutta una vita sulle spalle e una schiera di figlie e di figli, la mia carne addossata alla tua, unita all’ombelico o all’asse che s’articola, senza io essere te, né essere più io, semplicemente, adiacente al tuo cuore, disuguali, ma essendo altra, che non è il mio corpo, tu, ma con te stessa, mia conmea, un’altra strada, convergente, incollata alla tua se vuoi, aderita, sempre parallelo il tuo sentiero, intrecciato, verso lo stesso destino, tangenziale, il nostro, offerto insieme al mio tratto, ma tuo, mia compagna, nella stessa direzione, mia contigua, abitanta dell’orto accanto, stretta in nodi d’aria, mia ipotenusa.

Traduzione di Manuela Magnoni

Read Full Post »

Si avvicina l’ottavo appuntamento di Dire poesia 2011.

L’incontro, possibile grazie alla collaborazione con Vicenza Jazz, si terrà sabato 7 maggio, alle 18.00, presso il Salone di Apollo delle Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, a Vicenza. I versi del poeta ospite dialogheranno con il pianoforte di Giovanni Guidi, giovane jazzista italiano tra i più attivi e maturi.

Protagonista della serata sarà il poeta boliviano Juan Ignacio Siles del Valle.

Juan Ignacio Siles del Valle è nato nel 1961 in Cile, da padre boliviano e madre cilena. Laureatosi in letteratura  ispanoamericana presso l’Università della Georgia ( Stati Uniti) ha insegnato alla Universidad  Mayor de San Andrés( La Paz), ha ricoperto incarichi diplomatici  ed è stato Ministro degli Esteri della Bolivia. Attualmente lavora allaSecretaría General Iberoamericana  a Madrid. Oltre a Canción de cuna para la muerte de mi madre (trad. it. Ninna nanna per la morte di mia madre, trad. di Manuela Magnoni, Sinopia, Venezia 2010), ha pubblicato i libri di poesia Con las manos  vacías de mariposas muertas (  La Paz 1987); Medulamor ( La Paz, s.d.) e il romanzo Los últimos días del Che ( Barcellona 2007, prima ed. Que el sueño era tan grande, La Paz 2001) tradotto anche in italiano ( Gli ultimi giorni del “ Che”, Milano 2009).

A Vicenza leggerà con l’ausilio dalla traduttrice toscana Manuela Magnoni, che avrà anche il compito di introdurre brevemente la figura e l’opera del poeta boliviano.

Giovanni Guidi (Foligno, 1985) è uno dei migliori pianisti jazz italiani. Collabora con Enrico Rava, Gianluca Petrella e Fabrizio Sferra, ha partecipato a numerosi festival e ha inciso svariati CD, l’ultimo dei quali è The unknown rebel band (Cam jazz, 2009).

L’ingresso sarà libero, e anche in questa occasione sarà distribuito gratuitamente a tutti gli interessati l’inedito stampato dai torchi a caratteri mobili dell’Officina.

Read Full Post »

 

Ecco il programma di Dire poesia 2011:

lunedì 21 marzo
MEENA ALEXANDER

introduce Marco Fazzini
Palazzo Leoni Montanari, ore 18.00
in collaborazione con il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati,
Università Ca’ Foscari di Venezia

venerdì 25 marzo
FABIO PUSTERLA

introduce Andrea Afribo
Palazzo Leoni Montanari, ore 18.00

domenica 3 aprile
JOHN AKPATA

introduce Marco Fazzini
Ridotto del Teatro Comunale, ore 18.00
in collaborazione con il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati,
Università Ca’ Foscari di Venezia

mercoledì 6 aprile
JACQUES ROUBAUD

con PIERGIORGIO ODIFREDDI
introduce Eliana Vicari
Palazzo Leoni Montanari, ore 18.00
in collaborazione con il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati,
Università Ca’ Foscari di Venezia

martedì 12 aprile
ADAM ZAGAJEWSKI

introduce Stefano Strazzabosco
Odeo del Teatro Olimpico, ore 18.00

martedì 19 aprile
IDA VALLERUGO
introduce Anna De Simone
Odeo del Teatro Olimpico, ore 18.00

sabato 30 aprile
ERIKA CROSARA

MAURIZIO CASAGRANDE
Dire poesia off, L’Officina, ore 17.30

sabato 7 maggio
JUAN IGNACIO SILES DEL VALLE
con GIOVANNI GUIDI
introduce Manuela Magnoni
Palazzo Leoni Montanari, ore 18.00
in collaborazione con Vicenza Jazz

domenica 8 maggio
ANNE WALDMAN

con AMBROSE BYE
introduce Rita Degli Esposti
Palazzo Leoni Montanari, ore 18.00
in collaborazione con Vicenza Jazz e Ispida

venerdì 27 maggio
TAHAR BEN JELLOUN

introduce Paolo Ruffilli
Palazzo Leoni Montanari, ore 18.00
in collaborazione con il Festival Biblico

Read Full Post »