Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘festival biblico’

Mario Meléndez a Vicenza

.

Pubblichiamo la prima serie di immagini di Mario Meléndez a Vicenza.

Documentano la lunga marcia di avvicinamento (con armi e bagagli), l’ormai rituale “messa al muro” dei poeti, la degustazione del caffè poeticamente corretto in un bar del centro, la lettura a Palazzo Leoni Montanari. In molti scatti Mario è insieme a sua moglie Alba, che ha anche letto alcune traduzioni al pubblico.

Le foto sono di Silvio Lacasella.

.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Read Full Post »

Pubblichiamo l’inedito del poeta cileno Mario Meléndez, che leggerà domani, venerdì 25 maggio, nel Salone di Apollo di Palazzo Leoni Montanari, a Vicenza (ore 18.00).

Giovanni Turria, dell’Officina arte contemporanea, lo stamperà con i suoi torchi a caratteri mobili, per poi distribuirlo gratuitamente a quanti verranno all’incontro.

Come sempre, nel corso della giornata, sul banco dei principali bar del centro saranno disponibili anche i cartigli poetici per correggere il caffè (o il macchiatone, il cappuccino, il mokaccino, il caffettone etc.).

Segnaliamo anche l’intervista di Silvia Ferrari a Mario Meléndez, uscita su “Il Giornale di Vicenza” del 25.V.2012.

L’incontro di oggi, che sostituisce la lettura di Sidran per l’indisponibilità del poeta bosniaco, è stato organizzato in collaborazione con il Festival Biblico.

.

RECUERDOS DEL FUTURO

.

.

Mi hermana me despertó muy temprano

esa mañana y me dijo

«Levántate, tienes que venir a ver esto

el mar se ha llenado de estrellas»

Maravillado por aquella revelación

me vestí apresuradamente y pensé

«Si el mar se ha llenado de estrellas

yo debo tomar el primer avión

y recoger todos los peces del cielo»

.

.

RICORDI DEL FUTURO

.

.

Mia sorella mi ha svegliato molto presto

stamattina e mi ha detto

«Alzati, vieni a vedere:

il mare si è riempito di stelle»

Meravigliato per quella rivelazione

mi sono vestito in fretta e ho pensato

«Se il mare si è riempito di stelle

io devo prendere il primo aereo

e raccogliere tutti i pesci del cielo»

.

.

.

Traduzione di Emilio Coco

Read Full Post »

Comunicato Stampa

 

Venerdì 25 maggio, a Palazzo Leoni Montanari di Vicenza, un nuovo appuntamento con la letteratura internazionale per la rassegna promossa dal Comune di Vicenza e da Intesa Sanpaolo

DIRE POESIA: Mario Meléndez,

la parola poetica tra speranze e paure

in America Latina

La presenza dello scrittore cileno sostituisce quella di

Abdulah Sidran, assente per motivi di salute.

L’incontro è in collaborazione con il Festival Bibilico

 

(Vicenza – 21.05.2012) – La sua scrittura riflette nella contemporaneità la tradizione dei grandi poeti cileni, da Vicente Huidobro e Pablo Neruda, da Gabriela Mistral fino alle “antipoesie” di Nicanor Parra; una poesia che “viene da molto lontano, e arriva giusto dove noi ci troviamo”, come sottolinea Stefano Strazzabosco: sarà il poeta cileno Mario Meléndez il prossimo protagonista di Dire Poesia 2012. L’appuntamento, programmato per venerdì 25 maggio (ore 18) a Palazzo Leoni Montanari di Vicenza, sostituisce la presenza di Abdulah Sidran, assente per motivi di salute.

L’incontro è proposto dal Comune di Vicenza e da Intesa Sanpaolo in collaborazione con il Festival Biblico 2012: e proprio attorno al tema del festival («Perché avete paura?», l’interrogativo che Gesù pone provocatoriamente ai suoi discepoli), si svolgerà la lettura poetica bilingue in spagnolo e italiano accompagnata da note e commenti dell’autore.

“Ereditando stili e figure della tradizione poetica cilena – spiega Strazzabosco, che condurrà l’incontro – Meléndez propone una lirica diretta, colloquiale e piana che utilizza la lingua di tutti i giorni, ma che fa lievitare il discorso grazie all’uso di metafore continuate, strategicamente disposte, e a un ritmo personale che procede impastando silenzio e voce, collegando parola a parola, verso a verso con precisione, sobrietà, eleganza”.

Mario Meléndez, classe 1971, attualmente vive in Italia. Emilio Coco, che ha tradotto in italiano molti dei suoi testi, ha scritto di lui: “Nella poesia di Mario Meléndez si coglie qualcosa di impetuosamente fresco e agile: una ricchezza di movimenti e di aperture fantasiose quale di rado capita di trovare nella giovane poesia italiana”. (altro…)

Read Full Post »

E’ la prima volta che capita, in quattro anni: con dispiacere, siamo costretti ad annunciare che il poeta bosniaco Abdulah Sidran non potrà venire a Vicenza, per gravi motivi di salute.

Auguriamo a Sidran di ristabilirsi completamente: faremo voti perché ciò accada al più presto.

L’appuntamento del 25 maggio, organizzato in colaborazione tra Dire poesia e il Festival Biblico, non sarà cancellato: a Palazzo Leoni Montanari (ore 18.00) arriverà il poeta cileno Mario Meléndez, su cui torneremo tra non molto.

.

Mario Meléndez

Read Full Post »

L’edizione 2011 di Dire poesia si è dunque conclusa felicemente con il grande poeta franco-marocchino Tahar Ben Jelloun.

Il nostro ospite ha vissuto una giornata ricca di appuntamenti e di incontri: in mattinata, affiancato da Eliana Vicari, ha parlato agli studenti di Francese di alcune scuola di città e provincia (soprattutto i licei “Fogazzaro” di Vicenza e “Corradini” di Thiene), rispondendo alle domande che erano state preparate dai ragazzi insieme ai loro Docenti. Nel pomeriggio ha concesso alcune interviste, ha visitato l’Officina per la firma e la stampa del suo inedito, è arrivato a Palazzo Leoni Montanari per essere magistralmente presentato da Paolo Ruffilli, leggere alcune sue poesie (nella traduzione di Manuela Giabardo) e rispondere alle domande del Festival Biblico sul tema del rapporto tra le generazioni, preceduto da un breve saluto di don Dario Vivian e tradotto da Francoise Mattana.

Come si può vedere dalle tre serie di foto che pubblichiamo un po’ alla volta (gli autori della prima sono Stefano Strazzabosco e Giovanni Turria), nel corso della giornata Tahar Ben Jelloun si è anche divertito a volare, a disegnare, a chiacchierare e a scherzare, dimostrando che fare poesia significa avere una visione del mondo, come ha più volte detto e come risulta anche dalla bella intervista che Silvia Ferrari ha redatto per conto del “Giornale di Vicenza” di oggi.

.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Read Full Post »